Centro America

Copan (Honduras): sito archeologico Maya

Copan (Honduras): importante sito archeologico precolombiano Maya Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO

Copan è un sito archeologico della civiltà precolombiana Maya nella parte occidentale dell’Honduras. E’ situato tra basse colline in riva al fiume Copan. Dista circa 12 km verso est del confine con il Guatemala. Si trova a 106 km a ovest della città di Santa Rosa de Copan, capoluogo del dipartamento di Copan.

Il sito archeologico di Copan fu proclamato Patrimonio Mondiale dell’Umanità in Honduras dall’UNESCO nel 1980. In aggiunta, la valle del fiume Copan è un Monumento Nazionale dell’Honduras dal 1982. E’ disseminata di stele in pietra scolpite dai Maya.

Nel Parco Archeologico di Copan in Honduras, le rovine monumentali sono tra le più esemplari del Periodo Classico (250 d.C. – 900 d.C.) della civiltà Maya. Questo per abbondanza, maestosità e ricchezza elaborativa di uno stile scultoreo e architettonico unico e distintivo. Si nota soprattutto nei fregi sugli edifici e nelle sculture su stele.

Il complesso centrale con l’Acropoli è situato su una piattaforma rimodellata e rialzata nel corso di diversi periodi. Comprende due piramidi maestose in altrettante grandi piazze, monoliti scolpiti e altari, oltre a scalinate e un campo per il gioco della palla. Gruppi secondari di quartieri residenziali erano attorno al complesso centrale. All’estremità orientale della piazza cerimoniale c’è una struttura di primaria importanza per la cultura Maya. Si tratta della monumentale Scalinata geroglifica del Tempio 26 con la scritta Maya su pietra di maggiore lunghezza. Infatti, è composta da oltre un migliaio di glifi simbolici.

Cenni storici

Nel 1000 a.C. circa, Copan era un villaggio agricolo. In seguito diventò non soltanto una potente città-stato, ma la capitale di un importante vasto regno. Infatti, fu una delle più grandi e importanti città Maya. Si distinse come centro politico, civile, culturale (specialmente in campo astronomico), religioso.

Nel 100 d.C. sopraggiunse nella fertile valle del Copan la prima ondata di immigrazione di popolazione Maya proveniente dagli altopiani del Guatemala.Nel 426 d.C. re Yax K’uk Mo, oriundo della zona di Tikal (Petén), fondò la dinastia di 16 sovrani. Questo comportò lo sviluppo di Copan in diverse fasi. Però il suo grave declino iniziò dall’anno 822 d.C. fino all’abbandono completo della città nel 1200. I primi scopritori europei delle rovine di Copan in Honduras furono degli esploratori spagnoli alla fine del XVI secolo. In seguito alcuni americani riscoprirono le rovine di Copan in Honduras alla metà del XIX secolo. L’esecuzione dei lavori di restauro risale a un secolo dopo. Gli studi per decifrare le iscrizioni geroglifiche furono eseguiti negli anni ’70 del XX secolo.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.